Cronache di Sasserine

finalmente le armi

ricordi perdure o mere illusioni?

giunti al villaggio dei fanaton insieme al professor urol ci organizano una festa per la sconfitta del t-rex, qui ne approfittamo per chiedere informazioni sui rakastas mentre gandalf, pesantemente ubriaco, inizia a levitare a testa in giù.

il mattino seguente ci dirigiamo nella zona indicata e troviamo un grosso muro di cinta con al centro una zigurat, qui troviamo un colossale serpentone alato multicolore, con grande fatica riusciamo a scacciarlo via ed entriamo nell'edificio superiamo delle illusioni e delle trappole troviamo la stanza dove sono custodite le armi e incontriamo un grande serpentone alato che ci racconta del suo patto con i rakastas di come si sono estinti per colpa dell'attacco degli "skin walkers", del fatto che vengano dal centro dell'isola, più precisamente dalla città degli idoli infranti e del loro probabile collegamento con demogorgo. 

ci lascia le armi che stavamo cercando chiedendoci se potevamo riportarle li una volta finita la battaglia a far shore ed eliminato gli skin walker, ci salutiamo e portiamo via le armi.

portate le armi agli olman prendiamo una scquadra di carpentieri ed andiamo al relitto della viverna del mare, sul percorso decidiamo di dividerci, io e illian andiamo allaviverna mentre colm e gandalf vanno dagli aranea a chiedere aiuto per la battaglia. giunti alla viverna del mare troviamo una creatura che sembra abbia deciso di usarla come casa, il professor urol ci avvisa della pericolosità dell'essere ed aspettiamo che ci raggiungano colm e gandalf prima di attaccare quell'essere. ci muoviamo insieme, colm ed illian salgono sulla nave, gandalf controlla la situazione dall'alto mentre io vado a nuoto sul retro, vengo attaccatto da un dinosauro, un'attimo di buio poi come una voce che mi sussurrava all'orecchio, come se fosse la voce di qualcuno estremamente importante per me, non riuscivo a ricordare  chi fosse, non vedo più i miei compagni solo degli esseri informi e questa ragazza sott'acqua che impaurita mi chiede aiuto, decido di attaccare l'essere deforme più vicino, una voce distorta dice – cosa fai jack? -, tutto sta diventando ancora più confuso mi sembrava di aver attaccato qualcuno che non avrei voluto attaccare, ma non riuscivo ad ignorare quella voce sussurrante e dopo che venne attaccata la mia rabbia inizzio ad aumentare, le mia mani divennero scivolose e la spada mi suggì di mano finendo sul fondo del mare e lei mi chiamò dicendo che aveva bisogno di me e che voleva donarmi un potere che le ha dato il "nostro maestro", ho sentito una fitta al cuore mentre andavo da lei chiedendomi perchè non riuscissi a ricordare, la sensazione oliosa sulle mie mani sparì e distrussi la parte sommersa della nave che la fece inabbissare completamente, per poi sotto suo consiglio mi lancia contro 2 di quegli esseri informi tirando nel traggitto 1 pugno ad uno e tirando sott'acqua l'altro, mentre sprofondavo continuavo a sentire la sua voce parlarmi, ringraziandomi per averla salvata, mentre quella voce iniziava a mutare diventando sempre più ripugnante e malefica mentre la sua esile figura iniziava a cambiare forma e gli esseri informi iniziarono a semprare sempre di più i miei compagni, capì che era stato quel mostro a farmi vedere e sentire quelli cose, la mia rabbia inzzio a ribollire e mi scagliai con tutto la mia furia su di lui distruggendolo definitivamente per poi chiedere perdono ai miei compagni e andare a prendere la spada per poi tornare e stendermi sulla sabbia con un dubbio assurdo: era solo un'illusione creata da quel mostro oppure era parte dei ricordi che ora non ho più?

Comments

bisonte93

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.